Sentenza della Cassazione sulla responsabilità esclusiva

Quest’anno la Cassazione civile ( sentenza n. 14379 del 25 maggio 2019) si è espressa riguardo allo specifico caso in cui in caso di incidente sia provata la responsabilità esclusiva di una delle due parti dall’inizio.

In forza della presunzione di colpa concorrente stabilita dall’art. 2054, comma 2, del codice civile che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli e che l’accertamento della responsabilità di uno dei due conducenti non comporta di per sé il superamento della suddetta presunzione.

Questa norma ha una funzione puramente sussidiaria, e viene applicata solamente nel caso in cui si rivela praticamente impossibile determinare in maniera concreta la misura delle responsabilità rispettive. 

Questa nuova sentenza n. 14379 stabilisce l’esonero del conducente del veicolo dalla prova effettiva di aver compiuto tutto il necessario per evitare il sinistro in questione, in caso di pericolosità dell’insidia e trasferisce la colpa al conducente che ha attuato un comportamento palesemente colposo. Dunque, nel caso in cui risulti essere accertata la colpa esclusiva di uno dei due conducenti, l’altro non ha più l’obbligo di provare di aver fatto il possibile per evitare il verificarsi di tale evento. 

Vieni a trovarci nella nostra sede di Udine in P.le D’Annunzio 14 a Udine

www.assiudine.it